Tutte le notizie in breve

Verdi raccomandano di votare sì a Strategia energetica e Previdenza 2020.

KEYSTONE/ENNIO LEANZA

(sda-ats)

I Verdi raccomandano come previsto di votare "sì" alla Strategia energetica 2050 e alla riforma Previdenza per la vecchiaia 2020. I cittadini si esprimeranno sul primo tema il 21 maggio e sul secondo il 24 settembre.

I delegati, riuniti oggi a Frauenfeld, hanno deciso all'unanimità in favore della Strategia energetica. "La votazione è ancora lontana dall'essere vinta", ha messo in guardia il consigliere nazionale zurighese Bastien Girod, invitando i presenti a impegnarsi per lo sprint finale.

La presidente Regula Rytz ha ricordato il ruolo essenziale del partito nella svolta energetica: "grazie alla pressione esercitata dalla nostra iniziativa per l'uscita dal nucleare, la Strategia energetica ha trovato una maggioranza malgrado l'importanza della destra in parlamento".

I Verdi raccomandano anche - con 69 voti contro 13 e 4 astensioni - di accogliere la riforma sulla previdenza. Varie tematiche, ad esempio quella dei sacrifici imposti alle donne, hanno sollevato intense discussioni.

Infine, la Rytz ha gioito dei recenti successi elettorali a Neuchâtel e a Soletta. In quest'ultimo cantone, Brigit Wyss ha fatto notizia aggiudicandosi per la prima volta un seggio in governo. "Questo successo non piove dal cielo, i Verdi sono oggi l'antidoto ai nazionalismi di destra, non democratici e autoritari", ha detto.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve