Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

I giovani automobilisti pagano fino a 12 volte in più rispetto agli altri per l'assicurazione del proprio veicolo. È quanto rivela uno studio pubblicato oggi dal portale di comparazione bonus.ch. Una polizza auto può arrivare, nel caso più estremo, al 1090% in più rispetto al premio di un adulto di 35 anni. Gli over 65 anni sborsano fino al 149% in più.

In media, un giovane di 18 anni paga l'assicurazione RC auto 3.5 volte di più di un assicurato di età superiore ai trent'anni, la casco totale 2.5 volte di più e la casco parziale 3 volte di più. Anche i conducenti anziani pagano premi più alti, ma la differenza è più modesta: il 3% in più per l'assicurazione RC, il 4% per la casco parziale, l'8% per la casco, si legge in un comunicato odierno della società.

Le ricerche effettuate dal portale di comparazione hanno smentito recenti studi che parlavano di un forte aumento dei premi per i guidatori "senior". Secondo le dichiarazioni raccolte, Allianz Suisse, allianz24.ch, Axa Winterthur, Bâloise, baloisedirect, click2drive.ch, Emmentalische, Generali, Helvetia, TCS, Vaudoise, Zurich e Zurich Connect non hanno disposto, tra il 2011 e il 2012, alcun aumento di premio mirato per questa categoria. La Mobiliare ha invece eseguito ritocchi di minima entità. Gli assicuratori contattati rappresentano il 95% del mercato elvetico.

Bonus.ch invita gli assicurati ad informarsi sulle tariffe più vantaggiose. Gli assicuratori auto ritoccano spesso i premi per la fine del mese di dicembre e la data limite per una disdetta è solitamente fissata per fine settembre. In caso di aumento di premio di un contratto già in vigore, l'assicurato ha il diritto di disdetta entro 25 giorni. Stipulare una polizza online può inoltre costituire un ottimo mezzo per risparmiare.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS