Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

I premi per l'assicurazione malattia di base potrebbero aumentare l'anno prossimo più di quanto finora previsto. I portali di raffronto comparis.ch e bonus.ch si attendono in media un rialzo rispettivamente del 2,4% e del 2,6%. Il Ticino è uno dei cantoni che dovrebbe avere l'incremento più contenuto (1,1% secondo il primo portale e 1,8% per il secondo). Per quanto riguarda i Grigioni, il rialzo dovrebbe essere rispettivamente del 2,5% e del 3,1%.

Se confrontato agli anni precedenti, l'aumento resta moderato, sottolineano oggi comparis.ch e bonus.ch in due comunicati. Il rincaro dipende dal luogo di residenza degli assicurati: la progressione tende a essere più marcata nei cantoni dove i premi sono più bassi.

Bonus.ch prevedeva in agosto un incremento medio tra l'1 e l'1,5%. Secondo i suoi ultimi calcoli tutti i cantoni romandi registreranno un aumento inferiore alla media nazionale del 2,6% fatta eccezione per Vaud (3,2%) e da Ginevra (3,1%) e Neuchâtel (2,7%).

In Svizzera tedesca, subiranno un aumento piuttosto moderato, inferiore al 2,6%, i cantoni di Basilea Città (2,1%), Basilea Campagna (2,3%), Berna (2,2%), Turgovia (2,1%), Sciaffusa (2,2%), Svitto (2,5%), San Gallo (2,4%), Uri (2,3%), Zugo (1,9%) e Zurigo (2,0%).

I più colpiti saranno Appenzello Esterno (3,8% secondo comparis.ch e 3,2% secondo bonus.ch), Glarona (3,9% e 3,6%) e Lucerna (3,8% e 3,5%).

Per comparis.ch oltre al Ticino, i rialzi più blandi dei premi riguardano Basilea Città (1,2%) e Neuchâtel (1,3%).

Il calcolo dei premi per il 2014 di comparis.ch si fonda sui premi provvisori delle casse malati presso cui quasi i due terzi degli assicurati hanno stipulato l'assicurazione di base.

Bonus.ch prende in considerazione i dati comunicati da diversi assicuratori, che rappresentano globalmente la metà degli assicurati svizzeri, precisa stamani una sua nota.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS