AT&T arriva in vetta alle compagnie di telefonia mobile negli Stati Uniti. Con l'acquisizione di T-Mobile, la compagnia di Dallas diventerà la numero uno negli Stati Uniti, superando Verizon Wireless.

AT&T ha annunciato di aver raggiunto l'accordo con Deutsche Telekom per l'acquisto della filiale americana di T-Mobile, controllata dai tedeschi, per 39 miliardi di dollari, in parte in contanti e in parte in azioni. In particolare, riferisce l'agenzia Bloomberg, il prezzo di acquisto include 25 miliardi in contanti e il rimanente in azioni AT&T. In base a questo accordo, quindi, nelle mani di Deutsche Telekom potrebbe finire un pacchetto pari all'8% della compagnia di Dallas, che consentirebbe ai tedeschi una rappresentanza nel board.

Una volta completata l'operazione, AT&T - che attualmente è il secondo maggior operatore wireless negli Usa - si arricchirebbe di 34 milioni di nuovi clienti, superando quindi Verizon Wireless. L'acquisizione deve comunque essere approvata dalle autorità di vigilanza statunitensi, perché porta all'alleanza tra il secondo e il quarto operatore di telefonia mobile. L'operazione dovrebbe essere perfezionata entro un anno, ha spiegato AT&T.

"Questa transazione rappresenta un maggiore impegno nel rafforzare ed espandere le infrastrutture fondamentali per il futuro del nostro paese", ha detto il presidente e amministratore delegato di AT&T Randall Stephenson. "Porterà a un miglioramento della qualità della rete e 294 milioni di clienti saranno raggiunti da servizi tecnologici più avanzati", ha sottolineato.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.