Navigation

Attacchi a Riad, Aramco impegnata a ripristinare produzione

Una veduta aerea della zona dell'attacco, da dove si alza una densa coltre di fumo nero. KEYSTONE/AP Planet Labs Inc sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 15 settembre 2019 - 17:33
(Keystone-ATS)

Il CEO di Aramco, Amin Nasser, ha dichiarato che "sono in corso lavori" per ripristinare la produzione petrolifera interrotta dagli attacchi con droni di ieri. Ma secondo gli esperti occorreranno settimane, non giorni, per riattivare la piena capacità di produzione.

In tal caso, Aramco potrebbe invocare la causa di forza maggiore per alcune forniture internazionali. L'Arabia Saudita, primo esportatore di petrolio al mondo, copre il 10% delle forniture del pianeta.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.