Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'attacco informatico da parte di un dipendente di comparis.ch contro il calcolatore dei premi delle casse malattia della Confederazione potrebbe approdare in tribunale. Il capo del Dipartimento federale dell'interno (DFI) Alain Berset valuta l'opportunità di una denuncia penale. Il consigliere federale intende inoltre valorizzare il sito gratuito priminfo.ch dell'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP).

Una decisione in merito a una denuncia, di cui i giuristi del DFI si stanno occupando da giovedì, interverrà nei prossimi giorni, ha detto all'ats Ariane Geiser, portavoce del Dipartimento, facendo riferimento a informazioni pubblicate oggi da vari media.

Ieri un dipendente di comparis.ch ha confessato di aver messo alla prova le misure di sicurezza del sito web dell'UFSP. L'episodio era avvenuto il 28 settembre 2011. Il collaboratore è stato licenziato, ha indicato la società di raffronto di prezzi e prestazioni in una presa di posizione sulla vicenda fatta emergere questa settimana da L'Hebdo. Il dipendente "ha agito per puro interesse personale, ma durante l'orario di lavoro e alla sua postazione", ha indicato comparis.ch. "Ha agito di propria iniziativa e mai su incarico della ditta. Ciò che ha compiuto rappresenta una trasgressione delle direttive interne".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS