Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Una settimana dopo gli attentati a Parigi il Comitato ristretto Sicurezza della Confederazione ha tenuto oggi a Berna una nuova riunione straordinaria per fare il punto sulla situazione.

Diverse misure sono al vaglio come l'eventuale sostegno dell'esercito alle guardie di confine.

Il Comitato ha anche discusso del rafforzamento dei controlli alle frontiere esterne dello spazio di Schengen e della questione delle risorse umane, ha indicato oggi il Servizio delle attività informative della Confederazione (SIC).

Questo organo, che si è già riunito all'indomani degli attentati a Parigi, renderà note le sue riflessioni alla Delegazione di sicurezza del Consiglio federale. Una nuova riunione è già in agenda.

Il Comitato ristretto Sicurezza della Confederazione è presieduto dal direttore del SIC Markus Seiler. Oggi oltre a Seiler, seduta a fianco al presidente della conferenza dei comandanti di polizia cantonale Stefan Blatter, vi era la direttrice di fedpol Nicoletta della Valle. Partecipavano anche rappresentanti di fedpol, delle guardie di confine e del Dipartimento federale degli affari esteri.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS