Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Attentato Mosca: diffusa foto presunto cervello dell'attacco

La polizia russa ha diffuso una foto segnaletica di Vitaly Razdobudko, l'uomo sospettato di essere la mente o uno degli esecutori dell'attentato suicida all'aeroporto moscovita di Domodedovo, che è costato la vita a 35 persone.

Razdobudko, di 32 anni, è originario della regione di Stavropol, confinante con le repubbliche caucasiche di Cecenia e Daghestan, e faceva parte di un gruppuscolo wahabita (una delle correnti più estremiste dell'Islam) sgominato nell'ottobre scorso, la Jamaat Nogai (battaglione Nogai, dal nome di una etnia). Di etnia russa, o comunque slava, Razdobudko anni fa si era convertito all'Islam e frequentava una moschea ritenuta un covo di integralisti islamici. La sua foto, pubblicata da diversi giornali, è stata scattata nel settembre scorso dalla polizia, quando il giovane subì un breve fermo perchè sospettato di essere coinvolto in diversi attentati. Ritrae un giovane con i capelli scuri e crespi e con la tipica barba rada sul mento degli integralisti.

Un raffronto con l'identikit dell'uomo sospettato di essere il kamikaze dell'aeroporto, ricostruito sulla base della foto della sua testa, non consente di escludere che si tratti della stessa persona, secondo alcune fonti vicine alle indagini.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.