Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Circa 7800 giovani, tra cui anche 145 donne, sono chiamati oggi ad iniziare la scuola reclute estiva. Immagine d'archivio.

KEYSTONE/GAETAN BALLY

(sda-ats)

Circa 7800 giovani, tra cui anche 145 donne, sono chiamati oggi ad iniziare la scuola reclute estiva. Circa 1560 assolveranno il servizio in un unico periodo come militari in ferma continuata.

In seguito a episodi verificatisi dopo il reclutamento, prima dell'inizio della scuola reclute estiva sono state disposte 67 sospensioni della chiamata in servizio, precisa un comunicato odierno del Dipartimento federale della difesa, della protezione della popolazione e dello sport (DDPS).

Dall'estate del 2011 durante il reclutamento viene eseguita un'analisi dei rischi per quanto riguarda le persone soggette all'obbligo di leva. L'esercito vuole così impedire che persone che rappresentano un possibile rischio per se stesse e per il proprio entourage possano assolvere la scuola reclute.

Inoltre, le reclute che hanno bisogno di aiuto possono usufruire di assistenza medica, spirituale, psicologica e sociale. Il Servizio sociale dell'esercito fornisce supporto soprattutto in caso di problemi finanziari e può essere contattato chiamando il numero telefonico 0800 855 844.

Per questioni di carattere personale le reclute possono pure rivolgersi direttamente al proprio comandante, al medico di truppa, al cappellano militare (numero di telefono: 0800 01 00 01) o al Servizio psicopedagogico (0800 855 844), si legge ancora nel comunicato.

Infine, a causa dell'Ulteriore sviluppo dell'esercito (USEs), quest'anno il terzo inizio di scuola reclute non avrà luogo.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS