Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

In Serbia è atteso oggi l'arrivo di seimila-settemila migranti e profughi al confine meridionale con la Macedonia. Lo ha affermato oggi il ministro del lavoro e affari sociali Aleksandar Vulin, responsabile per l'emergenza migranti.

Per l'occasione sarà aperto nel sud del Paese un nuovo centro di accoglienza a Bujanovac, oltre a quello già esistente a Presevo.

Tutti i migranti, ha aggiunto il ministro, vengono registrati, sottoposti a visita medica e riforniti di cibo e vestiario.

Dall'inizio dell'anno, ha precisato Vulin, 172 mila migranti e profughi della rotta balcanica sono transitati sul territorio della Serbia diretti verso Germania, Svezia e altri Paesi del nord Europa. Il flusso a suo avviso proseguirà anche nel periodo invernale, per questo il paese ha bisogno di ulteriori aiuti finanziari.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS