Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

In Arabia Saudita un attivista 21enne rischia di subire la decapitazione e la crocifissione del suo corpo. La madre ha invocato l'aiuto del presidente americano Barack Obama affinché interceda presso governo di Riad per salvare il figlio.

Ali Nimr, che si trova da tre anni nel braccio della morte, è stato arrestato nel 2012 all'età di 17. Un tribunale lo ha riconosciuto colpevole di 14 capi d'accusa, tra cui l'appartenenza a una cellula terroristica e l'assalto a sedi della polizia nella regione di Qatif.

La madre, Nusra al-Ahmed, ha definito come "selvaggia" la pena che è stata inflitta al giovane. Barack Obama "è il leader mondiale e può intercedere e salvare mio figlio", ha detto la donna in un video pubblicato dal Guardian.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS