Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il grado di purezza degli stupefacenti in vendita sul mercato nero è aumentato l'anno scorso in Europa e anche in Svizzera. Lo rileva l'ultimo rapporto dell'Osservatorio europeo delle droghe e delle tossicodipendenze (EMCDDA).

Stando al rapporto pubblicato oggi, l'aumento della purezza di cannabis, cocaina, ecstasy ed eroina rappresenta un'inversione di tendenza rispetto agli anni precedenti. Aumenta quindi anche il rischio di overdose.

In una nota, l'ente europeo sottolinea che il nuovo trend interessa anche la Svizzera: lo confermano i rilevamenti degli organismi che nella Confederazione misurano in modo puntuale il grado di purezza degli stupefacenti - da una parte la Società svizzera di medicina legale (SSML), che analizza le droghe sequestrate dalla polizia, e dall'altra le organizzazioni che offrono servizi di "drug checking" ai consumatori, come Streetwork a Zurigo e Rave it Save a Berna -.

Stando al rapporto, il mercato della droga nei Paesi Ue si è "arricchito" nel 2012 di 101 nuove sostanze stupefacenti che ancora non figurano sulle liste dei prodotti illegali. L'anno scorso, le autorità hanno sequestrato in media due nuove sostanze psicoattive - le cosiddette "legal high" - alla settimana.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS