Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Aumentano i pernottamenti in maggio

Il settore alberghiero svizzero ha registrato in maggio un aumento dei pernottamenti dell'1,5% rispetto allo stesso mese dell'anno precedente. Complessivamente gli ospiti sono stati 2,6 milioni. Il buon risultato è dovuto soprattutto all'incremento dei visitatori stranieri (1,5 milioni, +3,3%). In calo invece i turisti svizzeri: sono stati un milione (-1%). Lo ha reso noto stamani l'Ufficio federale di statistica (UST). In aumento le presenze in Ticino, in calo nei Grigioni.

Da gennaio a maggio, il totale dei pernottamenti è stato di 13,8 milioni (+0,6% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente). Con 7,5 milioni di registrazioni, gli ospiti stranieri sono aumenti dello 0,9%, quelli indigeni hanno registrato un incremento dello 0,3%, a 6,3 milioni.

Per quanto riguarda le regioni turistiche, in maggio in Ticino vi è stato l'aumento maggiore in termini assoluti con 19'000 pernottamenti in più (+8,0%). Bene anche la regione di Zurigo e quella del Lago Lemano (Vaud), con rispettivamente 17'000 (+3,5%) e 15'000 ospiti in più (+6,9%). Ginevra presenta 13'000 presenze in più (+5,1%), l’Oberland bernese 5000 (+2,1%). La regione Lucerna/Lago dei Quattro Cantoni, invece, segna il calo più marcato con 10'000 in meno (-3,2%). Seguono il Vallese con una flessione di 7200 (-5,8%) e i Grigion con una diminuzione di 6500 unità (-5,1%).

I visitatori europei sono aumenti in maggio del 3,1%. In termini assoluti il Regno Unito ha registrato l'aumento più marcato (9'800 pernottamenti supplementari; +9,7%). Seguono Russia (9200; +23%), Portogallo (2500; +27%) e Germania con 2200 registrazioni in più (+0,7%). I Paesi Bassi, invece, hanno segnato il calo più significativo (2600 in meno; -6,0%).

Per quanto riguarda il continente asiatico, il numero di pernottamenti è aumentato di 14'000 unità (+4,2%). Gli ospiti cinesi (senza Hong Kong) sono stati 11'000 in più (+17%). Si tratta del maggior aumento di tutti i Paesi di provenienza in termini assoluti.

Per i Paesi del Golfo vi sono stati 5900 pernottamenti in più (+21%). L'India segna invece una flessione di 13'000 unità (-11%) presentando così il calo più importante in termini assoluti di tutti i Paesi di provenienza.

I giapponesi sono stati 3400 in meno (-10%). Per quanto concerne il continente americano, il numero di pernottamenti è aumentato di 6000 unità (+3,0%). Con 4400 pernottamenti in più (+3,2%), gli Stati Uniti hanno registrato l'aumento più netto di questo continente in termini assoluti. Africa e Oceania hanno presentato incrementi rispettivamente di 830 (+3,1%) e 540 pernottamenti (+1,9%).

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.