Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

NEUCHÂTEL - Nel maggio scorso, il settore alberghiero elvetico ha registrato 2,5 milioni di pernottamenti, ossia il 3,2% in più (+78'000) su un anno. Lo indicano i risultati provvisori dell'Ufficio federale di statistica (UST) resi noti oggi. Questo trend positivo riguarda anche i Grigioni (+10%), ma non il Ticino che rispetto al maggio 2009 ha incassato una flessione del 5,1%.
In Ticino, nel periodo in rassegna sono stati registrati 265'217 pernottamenti, 14'159 in meno rispetto a maggio 2009. Nei Grigioni, vi è stato invece un incremento in numeri assoluti di 14'010 pernottamenti a 154'480. La flessione per il Ticino - il calo assoluto più sensibile tra tutte le tredici regioni turistiche precisa l'UST - si spiega anche con le precipitazioni superiori alla norma nel mese in rassegna.
Nel periodo sotto esame, la regione Zurigo ha registrato la progressione più importante di pernottamenti, con 24'000 unità supplementari (+5,7%) rispetto a maggio 2009. Seguono le regioni Lago Lemano (Vaud) e la Svizzera centrale, con aumenti rispettivamente di 17'000 (+8,3%) e 15'000 (5,1%) pernottamenti. La regione Basilea ha segnato una progressione di 14'000 pernottamenti (+14%).
In base ai dati dell'UST, i turisti stranieri, con 1,5 milioni di pernottamenti, hanno fatto segnare un incremento marcato del 4,4% (61'000 pernottamenti in più rispetto a maggio 2009). Gli ospiti svizzeri, con 1,1 milioni di pernottamenti, sono risultati in crescita dell'1,6% (+ 17 mila pernottamenti).

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS