L'aumento dei premi di assicurazione malattia tra il 2017 e il 2018 ha rallentato di 0,3 punti la crescita del reddito medio disponibile. Lo indica in una nota odierna l'Ufficio federale di statistica (UST) sulla base di un modello di calcolo.

L'indice dei premi dell'assicurazione malattie (IPAM) dell'UST permette di stimare l'incidenza dell'andamento dei premi sulla crescita del reddito disponibile. Per il 2018, questo indice ha registrato una progressione del 4,1% rispetto all'anno assicurativo precedente, raggiungendo quota 192,8 punti. Nel 1999, la base era 100, precisa l'UST.

Nel comunicato, viene sottolineato che "se i premi fossero rimasti stabili, le economie domestiche avrebbero potuto disporre di questa risorsa supplementare per i loro consumi o i loro risparmi". La crescita dei premi, come quelli per le imposte o altri contributi assicurativi, gravano sul bilancio delle famiglie.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.