Tutte le notizie in breve

Un'agente sul luogo della presa di ostaggi a Melbourne.

KEYSTONE/EPA AAP/CHRISTINE MCGINN

(sda-ats)

Due morti e tre agenti feriti in una presa d'ostaggi a Melbourne.

Il killer, rimasto ucciso nella sparatoria con la polizia, avrebbe chiamato un canale locale mentre teneva in ostaggio una donna in un appartamento nel distretto di Brighton, affermando di agire "in nome di al Qaida e dell'Isis". Lo riferisce la stampa locale.

L'altro ucciso è un dipendente della struttura. La polizia non conferma ma non esclude la pista terroristica. Secondo il Site, i network jihadisti stanno celebrando l'accaduto.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve