Navigation

Australia: mostrò sedere a regina, multato ma lo rifarà

Questo contenuto è stato pubblicato il 14 febbraio 2012 - 09:11
(Keystone-ATS)

Un giovane di Sydney è stato condannato oggi da un tribunale di Brisbane, in Queensland, a una multa di 750 dollari per aver mostrato il sedere a Elisabetta II, che è anche regina d'Australia, durante la sua visita lo scorso ottobre, ma si è detto pronto a ripetere il gesto di disprezzo, detto 'mooning', davanti a qualsiasi altro alto dignitario in visita "che si creda importante e creda di appartenere all'elite".

Liam Lloyd Warriner, un barista di 22 anni, si era riconosciuto colpevole di turbamento dell'ordine pubblico per essersi abbassato i pantaloni durante il passaggio del reale corteo di automobili nel centro di Brisbane, e di aver corso per una cinquantina di metri a fianco dell'auto della regina con una bandiera australiana fra i glutei. La pubblica accusa aveva chiesto una multa di 1000 dollari.

Warriner aveva spiegato alla polizia che il suo gesto era una protesta politica per esternare il suo disprezzo verso la monarchia e le elite in genere. "Forse il prossimo nella lista sarà Barack Obama" - ha detto all'uscita del tribunale.

La visita di 10 giorni in Australia dell'85enne regina, la sua 16ma e verosimilmente ultima nell'ex colonia, aveva attratto grandi folle di sudditi, mentre il dibattito sull'instaurazione di una repubblica d'Australia rimane in sottofondo.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?