Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Due persone sono state uccise da squali in Australia Occidentale lo scorso anno (foto simbolica d'archivio).

KEYSTONE/EPA AAP/DAVE HUNT

(sda-ats)

Sotto gli occhi della madre e delle due sorelline, una surfista di 17 anni è stata attaccata ieri pomeriggio da uno squalo presso una popolare spiaggia vicino a Esperance in Australia Occidentale, 700 km a sud di Perth.

Portata a riva dal padre che 'surfava' con lei, è stata subito soccorsa dai paramedici e ricoverata in condizioni critiche in ospedale, dove è morta poco dopo.

Il sergente di polizia Ben Jeffes ha elogiato gli sforzi dei soccorritori. "Le circostanze dell'attacco erano piuttosto orribili, ma i volontari e i servizi di emergenza sono stati veloci a rispondere. Purtroppo nonostante i loro migliori sforzi, la ragazza è venuta a mancare ieri sera", ha detto alla radio nazionale Abc. La spiaggia di Wylie Bay è stata chiusa e le acque sono pattugliate alla ricerca dello squalo.

Due persone sono state uccise da squali in Australia Occidentale lo scorso anno e nel 2014 presso la stessa spiaggia Di Kylie Bay un surfista è sopravvissuto all'attacco di due grandi squali bianchi ma ha perso parte delle braccia.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS