Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il primo ministro australiano Julia Gillard ha sorpreso gli elettori fissando le prossime elezioni legislative per il 14 settembre, con otto mesi di anticipo, nel suo primo discorso politico di rilievo del 2013.

Gillard detiene una maggioranza di un solo seggio nel parlamento grazie all'appoggio di una formazione di indipendentisti e dei Verdi, e i sondaggi suggeriscono che il suo governo non avrebbe più la maggioranza se si votasse oggi.

Le campagne elettorali australiane durano di solito solo un mese, per cui l'annuncio di Gillard significa che i prossimi mesi vedranno una delle più lunghe campagne della storia politica del paese.

Gillard ha detto di aver voluto evitare le speculazioni sulla probabile data del voto: "non lo faccio per avviare la più lunga campagna elettorale della nazione, è proprio il contrario", ha detto. "Annunciare ora la data delle elezioni permette ai cittadini, alle imprese, agli investitori e ai consumatori di programmare il proprio anno".

La premier ha aggiunto di aver voluto creare un ambiente in cui gli elettori possano più facilmente concentrarsi sulle questioni di interesse nazionale invece che sulla "politica spicciola". "Il parlamento e il governo dell'Australia potranno servire l'intero mandato di tre anni, ed è chiaro e certo quando le elezioni si terranno. Dev'essere chiaro a tutti quali sono i giorni per governare e i giorni per fare campagna".

Il leader dell'opposizione conservatrice Tony Abbott ha accolto con soddisfazione l'annuncio e ha dichiarato che la sua coalizione è pronta a guidare il paese.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS