Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Specialisti australiani hanno impiantato con successo il prototipo di un occhio bionico in una donna affetta da una profonda menomazione visiva, retinite pigmentosa, una condizione ereditaria. È la prima volta al mondo che un simile congegno viene impiantato dietro la retina.

La donna, Dianne Ashworth, ha riacquistato in qualche misura la vista quando il prototipo, impiantato in maggio nell'ospedale per gli occhi e le orecchie di Melbourne, è stato attivato il mese scorso. Il congegno a 24 elettrodi è stato progettato, costruito e testato da un'équipe del Bionics Institute ed è stato inserito dalla specialista oculistica Penny Allen.

"Abbiamo impiantato un congegno in posizione dietro la retina, dimostrando la fattibilità del nostro approccio", ha detto Allen. L'occhio bionico è stato attivato e stimolato solo dopo che l'occhio aveva completamente recuperato dopo l'operazione, ha spiegato. "Non sapevo cosa aspettarmi, ma d'improvviso ho potuto vedere un piccolo lampo. È stato incredibile", ha detto oggi la signora Ashworth. "Ogni volta che il congegno era stimolato, una forma diversa mi compariva davanti all'occhio".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS