Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un poliziotto australiano di 36 anni e sette altri membri di equipaggio si sono imbarcati in un tentativo di record mondiale, la traversata a remi di 8500 km di Oceano Indiano, fino al Sudafrica. Tim Spiteri e la sua squadra sono partiti oggi da Geraldton in Australia Occidentale con l’'obiettivo di raggiungere Durban in Sudafrica in meno di 57 giorni.

Vogheranno totalmente senza assistenza, con ogni marinaio ai remi per due ore, seguite da due ore di riposo, in un ciclo continuo di turni. Nessun equipaggio di rematori ha mai completato la traversata non-stop e la maggior parte delle squadre ha concluso il viaggio a Mauritius, a circa 1700 km dal continente africano.

Spiteri, la cui madre soffre di sclerosi multipla e che sta scrivendo un libro per bambini sul suo viaggio, spera di raccogliere l'equivalente di 215'000 franchi per Multiple Sclerosis Australia.

Durante il viaggio i rematori si alimenteranno con cibo disidratato, noci, caramelle e barre di proteine, assorbendo appena 5000 calorie al giorno, ma ne bruceranno almeno 6000. Per evitare di perdere troppo peso hanno dovuto quindi guadagnare più di 10 chili prima di cominciare l’impresa.

Spiteri, nato a Melbourne da genitori italiani e poliziotto da 14 anni, nel 2013 ha completato la traversata a remi dell’Oceano Atlantico, per un totale di 5000 km, in 35 giorni e 12 ore, la sesta traversata più veloce nella storia.

SDA-ATS