E' stata perquisita ieri in Austria l'abitazione del leader del movimento di identitario, Martin Sellner, capo della formazione di estrema destra sotto indagine dei servizi di sicurezza austriaci in quanto "parte di una rete internazionale di estremisti di destra".

Gli agenti di polizia, dopo aver aspettato un quarto d'ora prima che la porta di Martin Sellner fosse aperta dal diretto interessato, hanno verificato che 40 minuti prima del loro arrivo sul luogo erano state cancellate le email che dimostravano gli scambi con il terrorista australiano Brenton Tarrant, responsabile della morte di 51 persone a Christchurch. Secondo rappresentanti del partito socialdemocratico (Spoe) e liberale (Neos) ci sarebbe il forte sospetto di una "talpa" al ministero degli Interni, responsabile di aver avvertito in tempo il leader degli Identitari della perquisizione.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.