Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Scritta di protesta degli anarchici nei confronti dei controlli sui migranti al Brennero.

KEYSTONE/AP/ANTONIO CALANNI

(sda-ats)

L'Austria ha annunciato controlli serrati sui treni al valico italo-austriaco del Brennero, per i quali sarà realizzato un apposito binario nella stazione di Brennersee. Torna dunque lo spauracchio della barriera anti-migranti.

La scorsa primavera erano stati effettuati i lavori, ma poi la recinzione lunga 370 metri ed alta quattro non è mai stata installata.

L'annuncio è stato fatto dopo un incontro del ministro degli Interni austriaco Wolfgang Sobotka con i governatori del Tirolo e dell'Alto Adige, Günther Platter e Arno Kompatscher.

La situazione al confine per il momento "è relativamente tranquilla", ha ammesso Platter. Questo, ha aggiunto, grazie ai controlli già in atto e alla buona collaborazione con le autorità italiane e tedesche. Ma evidentemente l'Austria non si fida della calma.

Platter teme, infatti, che "con la bella stagione aumenterà il numero degli arrivi e aumenterà la pressione sull'Italia" e di conseguenza anche sul Tirolo e sulla Germania. Per questo motivo l'Austria crea ora le infrastrutture per i controlli sui treni. Secondo il governatore, "l'Italia va sostenuta in tutti i modi, chiamando in causa l'Europa. Va infatti impedito che ogni giorno centinaia di persone tentino la pericolosa traversata del Mediterraneo", ha detto.

I lavori nella stazione di Brennersee, che si trova a pochi passi dal confine su territorio austriaco, costeranno complessivamente circa un milione di euro.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS