Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Autoneum, fabbricante zurighese di componenti per l'industria automobilistica, ha assistito nel 2015 a un crollo dell'utile netto, sceso del 33% a 68,7 milioni di franchi.

Il franco forte, in parte responsabile del calo, non ha invece influito sul fatturato, cresciuto nel periodo in questione del 6,7% a 2,08 miliardi. Lo indica oggi il gruppo con sede a Winterthur (ZH) in un comunicato.

A pesare sugli utili vi è però anche una multa da 29,5 milioni di euro (31,5 milioni di franchi) pagata lo scorso giugno alle autorità tedesche preposte alla concorrenza per intesa sui prezzi. Nel 2015 l'utile operativo EBIT si è fissato a 126,5 milioni di franchi, contro i 135,1 milioni dell'anno precedente (-6%). Per quanto riguarda le vendite, in valuta locale, la crescita ha raggiunto il 10,6%.

Malgrado la flessione dell'utile netto, il consiglio di amministrazione propone di mantenere invariato il versamento di un dividendo di 4,50 franchi per azione.

Per il 2016, Autoneum prevede un incremento della produzione mondiale di automobili del 3%, a circa 91 milioni di nuovi veicoli: ciò dovrebbe generare un fatturato in crescita del 3-4% per l'azienda zurighese.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS