I Cantoni San Gallo, Turgovia e Appenzello Esterno entro il 2018 intendono presentare alla Confederazione il loro progetto per un'esposizione nazionale da attuare nel 2027 nella Svizzera orientale. Il costo dell'operazione ammonta a 9,5 milioni di franchi.

È oramai venuto il momento per una decisione politica di principio, ha detto oggi alla stampa la consigliera di Stato turgoviese Carmen Haag, presidente del comitato promotore del progetto.

I parlamenti dei tre Cantoni devono avallare crediti per un totale di 8,8 milioni di franchi, rispettivamente 5 milioni per San Gallo, 3 per Turgovia e 800'000 franchi per Appenzello Esterno. Altri 700'000 dovrebbero giungere da terzi, in particolare da società parastatali come le banche cantonali.

Una valutazione delle varie idee è attualmente in corso e in autunno dovrebbe essere scelto il progetto vincitore. Dal 2016 si procederà allo studio di fattibilità, che dovrà esaminare molti aspetti, dall'impatto ambientale a quello sulla viabilità, dalle necessità in termini di sicurezza e di energia a quelle finanziarie.

Per questo bisognerà assegnare una ventina di mandati per un costo di 4 milioni di franchi. Diverse centinaia di migliaia di franchi andranno a finanziare altri mandati esterni per le questioni di diritto e di comunicazione. Per coordinarne l'esecuzione sarà necessario un altro mezzo milione di franchi, ha spiegato Haag.

Lo scopo è di presentare alla Confederazione entro il 2018 una candidatura convincente per un'esposizione nazionale da realizzare nella regione del lago di Costanza, del Reno e del Säntis (AI/AR/SG). Entro la stessa data si svolgeranno le relative votazioni popolari nei tre Cantoni.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.