Navigation

Avviso di estrema prudenza per pericolo di incendi boschivi

La siccità e le temperature elevate attese nei prossimi giorni in Svizzera aumentano fortemente il rischio di incendi boschivi. KEYSTONE/GAETAN BALLY sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 30 luglio 2020 - 19:03
(Keystone-ATS)

La siccità e le temperature elevate attese nei prossimi giorni in Svizzera aumentano il rischio di incendi boschivi. Alcuni cantoni, fra cui il Ticino, hanno già emanato un divieto assoluto di fuochi all'aperto e numerosi altri esortano a prestare estrema attenzione.

Il divieto assoluto si applica da ieri al Ticino, al cantone di Argovia e ai due di Basilea, nonché a parti dei Grigioni (Calanca, Mesolcina e Bregaglia), riferisce l'Ufficio federale dell'ambiente (UFAM) sul suo sito web. Oggi vi si è aggiunto anche Soletta, dove in gran parte del cantone è "forte" (livello 4 su 5) il rischio di incendi boschivi. L'uso di oggetti pirotecnici del Primo Agosto è ammesso a una distanza minima di 200 metri dalla foresta.

Per la stessa situazione oggi il canton Giura ha deciso di vietare con effetto immediato le grigliate e i fuochi d'artificio nel bosco, nei pascoli boschivi e nelle vicinanze. Al di fuori di queste zone, la popolazione è chiamata ad avere la massima cautela nell'accendere falò e usare giochi pirotecnici.

Sempre da oggi, nel Giura bernese e nella zona pedemontana meridionale del Giura (i distretti amministrativi di Bienne e dell'Alta Argovia) vige fino a nuovo avviso, il divieto del fuoco all'interno e intorno al bosco, a una distanza minima di 50 metri.

Ginevra ha emanato un divieto parziale, mentre Neuchâtel, Turgovia, Vallese e Vaud raccomandano "estrema prudenza" nell'accendere il fuoco nei boschi e nelle loro vicinanze. In alcune regioni di questi cantoni il livello di pericolo è "marcato" (3 su 5).

Inoltre, i cantoni di Lucerna, Nidvaldo, Obvaldo, Uri e Zugo hanno emesso avvertenze, per il livello di pericolo "moderato" (2), in base a quanto segnala la carta dell'UFAM. I fuochi all'aperto devono quindi essere evitati per quanto possibile.

Il pericolo di incendi boschivi dovrebbe aumentare nei prossimi giorni. L'Ufficio federale di meteorologia e climatologia, noto come MeteoSvizzera, prevede un'ondata di canicola. Essa interesserà il Ticino, il Vallese centrale e la regione di Ginevra in particolare, con temperature fino a 38 gradi. Ma anche nella Svizzera tedesca sono previste temperature superiori ai 30 gradi.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.