Tutte le notizie in breve

L'avvocato di Donald Trump afferma che, stando alle dichiarazioni dei redditi del tycoon degli ultimi dieci anni, non risultano "entrate di alcun tipo provenienti dalla Russia".

Ma con alcune eccezioni: legate all'edizione di Miss Universo nel 2013 a Mosca e a una proprietà immobiliare venduta a un miliardario russo nel 2008 per 95 milioni di dollari.

Lo riferisce la Associated Press precisando però di non aver visionato i documenti e di non poter quindi verificare indipendentemente le informazioni.

Lo studio legale Morgan Lewis, che ha svolto attività di consulente fiscale per Trump e la sua Trump Organization dal 2005, ha certificato inoltre che il tycoon negli ultimi dieci anni non ha avuto neppure debiti e interessi pagati a banche russe e ha escluso investimenti del magnate in entità russe e viceversa.

Quanto alle 'eccezioni', nel 2013 una parte sostanziale dei ricavi stranieri (12,2 milioni di dollari) è attribuibile al concorso di Miss Universo a Mosca, mentre la proprietà immobiliare in Florida venduta nel 2008 ad un oligarca russo per 95 milioni di dollari era stata acquistata tre anni prima per 41 milioni. Il documenta attesta che Trump ha interessi come unico o principale proprietario in oltre 500 diverse entità.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve