Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BAK Basel riduce le previsioni per il PIL 2017

KEYSTONE/GEORGIOS KEFALAS

(sda-ats)

BAK Basel rivede al ribasso le sue stime di crescita della congiuntura elvetica nel 2017: il prodotto interno lordo (Pil) dovrebbe segnare un +1,4% invece che il +1,6% pronosticato in marzo. Per l'anno prossimo viene invece sempre atteso un +1,8%.

Nella loro motivazione gli esperti del centro di ricerche economiche renano spiegano che nel primo trimestre l'economia svizzera è cresciuta solo dello 0,3% rispetto agli ultimi tre mesi del 2016, nonostante indicatori eccellenti.

La causa principale, si legge in una nota odierna, è da ricercare nel fatto che una parte importante della domanda è stata coperta dagli stock. Senza tale effetto secondo BAK Basel il Pil sarebbe progredito in maniera molto più marcata.

Gli economisti sostengono che le migliori condizioni quadro nel settore delle esportazioni e le solide prospettive per la congiuntura interna permetteranno un'accelerazione della crescita nei prossimi trimestri.

BAK Basel osserva poi che i più importanti motori dell'economia svizzera, tra cui l'industria, hanno già aumentato il passo, grazie alla ripresa della domanda estera. Poiché l'industria funge di regola da motore per l'economia nel suo complesso, sussistono buone possibilità che pure la congiuntura interna prenda sempre più vigore nei prossimi trimestri.

L'effetto di freno del franco forte sembra superato e secondo gli esperti basilesi le aziende hanno ripreso ad investire. Con un certo ritardo la ripresa industriale comporterà anche un aumento dell'occupazione e dei redditi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS