Navigation

BAKBASEL: +0,2% pernottamenti in estate, +2% prossimo inverno

Questo contenuto è stato pubblicato il 20 ottobre 2014 - 11:54
(Keystone-ATS)

Nella scorsa estate (da maggio a ottobre) il settore turistico svizzero ha fatto registrare una lieve crescita dei pernottamenti, che secondo le ultime stime ha raggiunto lo 0,2%. Il centro di ricerche BAKBASEL prevede una crescita del 2% nella prossima stagione invernale (novembre 2014-aprile 2015) rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente.

In base ai dati pubblicati oggi dalla Segreteria di stato dell'economia (SECO), le previsioni per la stagione estiva 2015 sembrano promettenti, con una crescita che si attesterebbe al 2,3%. Nel 2016 il turismo svizzero dovrebbe inoltre muoversi nel trend di crescita di lungo periodo, con un aumento previsto dell'1,2%.

La crescita dei pernottamenti nell'estate 2014 è rimasta al di sotto delle previsioni principalmente per due motivi: da un lato - scrive la SECO in una nota - la ripresa della congiuntura europea si fa attendere; dall'altro bisogna tener conto delle pessime condizioni meteorologiche registrate in alcuni mesi estivi.

Le previsioni per la prossima stagione invernale poggiano "sulla forte dinamicità della crescita congiunturale nel mondo e in particolare in Europa, nonché sulla stabilità del tassi di cambio franco-euro". Secondo la SECO, "c'è da augurarsi che le condizioni meteorologiche e la precipitazioni nevose siano migliori di quanto visto nell'inverno 2013/14".

Per l'intero anno turistico 2015 (novembre 2014-ottobre 2015) è attesa una crescita dei pernottamenti del 2,2%.

Secondo le ultime previsioni di BAKBASEL, le entrate reali degli impianti di risalita svizzeri per l'anno in corso dovrebbero diminuire del 4,3% rispetto all'anno precedente. Per il 2015 è invece previsto un rialzo del 3,1%.

Le previsioni per il fatturato in questo settore appaiono promettenti a medio termine: per il 2016 e per il 2017, BAKBASEL si attende tassi di crescita rispettivamente del 2,5 e del 2,3%.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?