Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il segretario generale dell'Onu, Ban Ki-moon, a conclusione del suo giro di una settimana in tutti i Paesi della ex Jugoslavia, ha lasciato oggi Sarajevo alla volta di Londra, dove interverrà alle cerimonie di apertura delle Olimpiadi.

In Bosnia-Erzegovina, ultima tappa del suo viaggio nei Balcani, Ban ha visitato ieri Sarajevo, mentre oggi ha reso omaggio a Srebrenica alle 8000 vittime musulmane del massacro compiuto nel luglio 1995 dai serbo-bosniaci di Ratko Mladic. È stata la prima volta che un segretario generale delle Nazioni Unite si è recato al memoriale e al cimitero di Potocari, alle porte di Srebrenica, dove riposano i resti delle vittime.

Prima di lasciare la Bosnia - nei giorni scorsi ha visitato Slovenia, Croazia, Montenegro, Serbia, Kosovo e Macedonia - Ban Ki-moon ha dichiarato di essere impressionato dalla dinamica dedizione della regione ad un futuro di stabilità e cooperazione.

"I leader e i cittadini di questa regione possono essere orgogliosi di quello che è stato conseguito finora, ma restano ancora grandi sfide di natura economica, politica e sociale", ha detto Ban, citato dai media locali, nel corso di una conferenza stampa all'aeroporto di Sarajevo prima di lasciare la capitale bosniaca per Londra.

Ban, primo segretario generale dell'Onu a visitare i Paesi dei Balcani occidentali, ha detto di vedere ora una regione che guarda al futuro ed ha sottolineato che l'Onu continuerà a sostenere gli sforzi per superare tutte le sfide.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS