Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Banca cantonale di Basilea (BKB) ha archiviato il 2015 con un utile netto di 89 milioni di franchi, in rialzo del 25,2% rispetto all'esercizio precedente.

A livello di gruppo, ossia tenendo conto della partecipazione maggioritaria nella Banca Coop, i risultati sono progrediti del 13,7% a 126,2 milioni.

I ricavi operativi di BKB sono saliti del 9,1% a 377 milioni. Le operazioni su interesse hanno registrato un aumento del 2,3% a 181,1 milioni, malgrado il deterioramento del contesto monetario dovuto ai tassi negativi introdotti dalla Banca nazionale svizzera.

Il risultato da operazioni di negoziazione è progredito in modo più marcato (+27,4%) a 63,1 milioni. I proventi da operazioni in commissione e da prestazioni di servizi sono invece scesi del 15,8% a 75,2 milioni. I fondi propri, a fine esercizio, ammontavano a 2,9 miliardi (+7,8%).

Grazie al buon risultato BKB verserà al cantone di Basilea Città una somma di 70 milioni di franchi, in progressione del 9,4% rispetto all'anno precedente. Ai detentori di buoni di partecipazione verrà proposto un dividendo invariato di 3,10 franchi.

BKB ha anche fatto sapere che spera di chiudere definitivamente quest'anno il contenzioso fiscale con gli Stati Uniti. A questo scopo ha già messo da parte, a fine 2013, accantonamenti per 100 milioni di franchi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS