Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La banca cantonale di Ginevra (BDGE) è stata bersaglio di un cyber attacco: un gruppo di pirati informatici si è impossessato di dati di migliaia di clienti. L'istituto ha presentato denuncia e le autorità hanno avviato un'inchiesta giudiziaria.

La portavoce Hélène De Vos Vuadens ha precisato che l'attacco è avvenuto all'inizio della settimana sulla pagina web dell'istituto. I pirati sono entrati in possesso di formulari e di contatti e-mail e hanno poi chiesto un riscatto, minacciando la pubblicazione dei dati.

La banca ha avvertito i clienti interessati, ma non ha ceduto. Le informazioni raccolte dai pirati informatici non sono di ordine finanziario: si tratta di nomi, numeri di telefono, numeri di conto e indirizzi. "Sono state trascritte solo informazioni poco utilizzabili o obsolete", indica la BCGE, che ha comunque invitato la clientela alla massima prudenza nell'utilizzazione delle applicazioni sul web. È la prima volta che la banca è vittima di un cyber attacco, che ha interessato diverse migliaia di clienti su un totale di 240'000.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS