Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Utile in leggero aumento per la Banca Cantonale Grigione (BCG) nel primo semestre: cresciuto dell'1,7% rispetto all'anno prima, si è attestato a 90 milioni di franchi. Il risultato lordo è invece calato del 9,9% a 98,5 milioni.

I proventi lordi sono diminuiti del 5,5% a 183,4 milioni di franchi, ha comunicato oggi la Banca Cantonale Grigione. La somma del bilancio è aumentata in un anno del 10,2% a 22,7 miliardi. I fondi in gestione della clientela sono diminuiti del 2,5% a 29,4 miliardi a causa delle perdite di valore e dell'uscita di capitali. I prestiti sono per contro aumentati del 3% a 16,9 miliardi, di cui 14,2 miliardi (+3,3%) erano ipoteche.

I tassi di interesse negativi hanno comportato una contrazione del 5,2% a 113,1 milioni di franchi delle operazioni su interessi. Il risultato da operazioni in commissione e da prestazioni di servizio è diminuito del 9,8% a 52,2 milioni, mentre quello da operazioni di negoziazione (+31,3% a 12,1 milioni) rispecchia l'incremento delle transazioni in moneta estera nelle attività con la clientela, spiega l'istituto.

La BCG si attende per l'insieme dell'anno un utile al livello di quello dell'esercizio precedente. Per quanto riguarda il programma di regolarizzazione fiscale statunitense, la banca, iscritta nella categoria 2, prevede di concludere un accordo con le autorità americane questo autunno.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS