Navigation

Banca Cantonale Grigione punta su sostenibilità per i suoi 150 anni

Un secolo e mezzo di vita, ma rivolta al futuro. KEYSTONE/ARNO BALZARINI sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 26 settembre 2019 - 15:15
(Keystone-ATS)

La Banca Cantonale Grigione (BCG) punta sulla sostenibilità: l'intera gamma di prodotti d'investimento sarà declinata verso una maggiore sensibilità in ambito ecologico e sociale, ha fatto sapere oggi l'istituto che l'anno prossimo compirà 150 anni.

La sfida sarà raccolta da Daniel Fust, che il primo ottobre assume la presidenza della direzione. Per il presidente del consiglio di amministrazione Peter Fanconi servono nuovi stimoli per consolidare il successo della banca. "Tanti anni di successo sono una buona base di partenza ma non un buon motivo per sottovalutare la necessità di cambiamento", gli ha fatto eco il nuovo Ceo Fust, citato in un comunicato odierno. A suo avviso tutto il settore è in movimento e occorre comprendere verso quale direzione si orientano le esigenze dei clienti.

"Competenza in termini di digitalizzazione e consulenza sono da tempo fattori di successo; ma la vera sfida per noi è il continuo sviluppo strategico e sostenibile della banca, affinché anche le generazioni future possano andarne fiere", ha sottolineato Fanconi.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.