Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La banca Coop ha visto l'utile netto diminuire di 2,6 milioni di franchi nel primo semestre del 2015, a 23,5 milioni. Il risultato commerciale ha raggiunto i 32,6 milioni, in calo di 19 milioni su base annua.

Il deciso calo si spiega con la presa a carico dei correttivi di valore nei risultati delle operazioni di interessi, ha spiegato oggi in un comunicato l'istituto, di cui la Banca cantonale di Basilea possiede una quota maggioritaria.

Il risultato lordo delle operazioni da interessi è progredito del 3,3% a 82,1 milioni di franchi, nonostante un contesto definito difficile. L'afflusso di fondi è cresciuto di 185 milioni, raggiungendo 11,7 miliardi a fine giugno. In totale, il bilancio è migliorato del 2,9% a 16,6 miliardi.

Secondo la banca Coop, la decisione della Banca nazionale svizzera (BNS) di introdurre tassi negativi cresce la pressione e porta a prospettive di crescita prudenti. Per la fine dell'esercizio in corso si prevede un utile operativo inferiore a quello dell'anno precedente.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS