La Banca Migros ha continuato la sua crescita nei primi sei mesi del 2014. Con un totale di bilancio che ha superato la soglia dei 40 miliardi di franchi e ricavi d'esercizio di oltre 300 milioni (+2,5% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente) l'istituto di credito ha raggiunto livelli record, si legge in una nota odierna.

La Banca Migros ha registrato un netto aumento dei depositi a risparmio: da inizio anno i fondi della clientela iscritti a bilancio sono saliti del 5,0% a 32,4 miliardi di franchi. I prestiti ipotecari sono progrediti del 2,2% e hanno raggiunto a fine giugno 31,9 miliardi. I clienti hanno dimostrato di apprezzare particolarmente le ipoteche Libor, il cui volume è salito del 16,5%, indica la banca.

Il risultato da operazioni su interessi è cresciuto del 2,1% a 241,1 milioni di franchi. Altrettanto favorevole è il risultato da operazioni in commissione (40,9 milioni, +1,6%) e quello da operazioni di negoziazione (17,8 milioni, +10,2%).

I costi d'esercizio sono rimasti praticamente invariati con 141,4 milioni di franchi (-0,1%). Le spese per il personale sono scese dell'1,1% e hanno raggiunto 88,7 milioni di franchi.

L'utile lordo è salito del 4,8% a 163,8 milioni di franchi, mentre il risultato d'esercizio è progredito del 9,1% a 142,3 milioni di franchi, grazie anche ai bassi accantonamenti.

A metà anno, indica l'istituto di credito, l'organico contava 1336 unità a tempo pieno, di cui 78 apprendisti. Nel periodo in rassegna la Banca Migros ha proseguito l'espansione della sua rete di filiali, che sono attualmente 66. In Ticino è presente a Bellinzona, Lugano, Locarno e Chiasso.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.