Navigation

Banca Migros rimborsa clienti dopo sentenza TF

Questo contenuto è stato pubblicato il 04 gennaio 2013 - 18:15
(Keystone-ATS)

La Banca Migros rimborserà 4,2 milioni di franchi a circa 2800 clienti del settore gestione patrimoniale. La decisione è stata presa in seguito a una sentenza del Tribunale federale, e alla relativa presa di posizione della FINMA, che impongono alle banche di restituire le provvigioni ricevute da fornitori di fondi di investimento e di altri prodotti finanziari.

I 4,2 milioni di franchi comprendono le provvigioni degli ultimi dieci anni, ha indicato all'ats un portavoce della banca confermando un'informazione pubblicata dal "Beobachter". I clienti interessati, circa 2800, saranno informati la prossima settimana.

Nella sentenza di principio, pubblicata lo scorso primo novembre, il TF ha stabilito che le banche attive nella gestione patrimoniale devono restituire le provvigioni ricevute per la vendita ai loro clienti di fondi di investimento di terzi.

I fornitori di prodotti finanziari delegano la distribuzione alle banche versando loro commissioni (commissioni di portafoglio) per la gestione dei fondi. Queste commissioni spettano ai clienti secondo l'Alta corte, che ha deciso di applicare anche agli istituti di credito la giurisprudenza già in vigore per i gestori patrimoniali.

La FINMA, in qualità di autorità di sorveglianza sulle banche, lo scorso 26 novembre ha chiesto alle banche di tenere conto della sentenza, di garantire il livello di trasparenza, di contattare tutti i clienti potenzialmente interessati e di informarli in merito alla decisione del TF.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.