Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Banca nazionale svizzera (BNS) e il Consiglio federale rispettino il loro mandato di politica monetaria impedendo che interi settori economici e posti di lavoro siano sacrificati a causa del franco forte. È l'appello lanciato oggi dall'Unione sindacale svizzera (USS), in una conferenza stampa a Berna.

La decisione della BNS di abolire il tasso minimo di cambio euro/franco - secondo l'USS - rischia di diventare l'errore di politica economica più grave degli ultimi decenni.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS