ZURIGO - La Banca nazionale svizzera, stando alle più recenti valutazioni, ha realizzato nel 2009 un utile di 10 miliardi di franchi, a fronte della perdita secca di 4,7 miliardi subita l'anno precedente.
Il buon risultato è da ricondurre in primo luogo al rialzo del prezzo dell'oro, che ha generato una plusvalenza di 7,4 miliardi, ma sui conti hanno influito positivamente anche le posizioni detenute in valuta estera. I conti dettagliati della BNS saranno illustrati il 4 marzo.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.