Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il governo inglese corre ai ripari e promette nuove stringenti regole per le banche, tra le più colpite dalla crisi anche per comportamenti non sempre trasparenti.

Il ministro delle Finanze, George Osborne, ha infatti annunciato che la riforma del settore, in via di presentazione in Parlamento questa settimana, conterrà anche la possibilità di imporre la separazione tra banche d'investimenti e retail, a tutela dei consumatori e dei loro risparmi. Un vero e proprio "recinto ad alta tensione".

"Il mio messaggio alle banche è chiaro: se una va oltre le regole, il regolatore e il Tesoro avranno insieme il potere di operare una separazione totale", ha detto il Cancelliere dello Scacchiere parlando proprio nella sede di una banca, quella della JpMorgan a Bournemouth, nel Dorset. "Non vogliamo ripetere gli errori del passato", ha aggiunto facendo implicito riferimento ai 65 miliardi di sterline sborsati da Londra per salvare le banche piene zeppe di titoli tossici. "Il nostro Paese - ha infatti sottolineato Osborne - ha pagato un prezzo più alto di tutti quelli delle altre maggiori economie", provocando una "collera veramente reale" nella popolazione.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS