Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Le 24 banche cantonali hanno registrato un buon esercizio 2014, ha comunicato oggi l'Unione delle banche cantonali svizzere (UBCS). Complessivamente esse hanno realizzato un utile netto di 2,7 miliardi di franchi, in crescita dello 0,8% rispetto al 2013.

I ricavi operativi globali sono calati del 3% a 8,3 miliardi di franchi, l'utile lordo è sceso del 5,2% a 3,9 miliardi di franchi.

Le banche hanno contabilizzato rettifiche di valore, accantonamenti e perdite per un valore complessivo di 223,8 milioni di franchi, il 59,7% in meno del 2013. Il totale di bilancio è cresciuto del 5,4% a 541,5 miliardi di franchi.

Gli istituti hanno risentito dei tassi di interesse storicamente bassi, sottolinea la UBCS, precisando che soprattutto per le banche orientate ai piccoli clienti le sfide sono grandi.

Tuttavia le banche cantonali hanno potuto mantenere i ricavi da operazioni su interessi praticamente invariati rispetto a quelli del 2013: 5,3 miliardi di franchi (-0,8%). Queste operazioni rappresentano il 64% dei ricavi operativi globali.

I proventi da operazioni in commissione e da prestazioni di servizi hanno registrato in totale una flessione dell'1,6% a circa 2 miliardi di franchi. Il risultato delle negoziazioni si è ridotto del 10% a 734 milioni di franchi.

I prestiti concessi dalle banche cantonali nel 2014 sono aumentati del 4,6% rispetto all'anno prima a 388 miliardi di franchi. Il volume delle ipoteche è cresciuto del 3,9% a 330 miliardi. La UBCS parla di un "solido incremento".

I costi di esercizio delle banche cantonali sono scesi dell'1% a circa 4,4 miliardi di franchi. Le spese complessive per il personale sono diminuite dell'1,3% a circa 2,9 miliardi di franchi, sottolinea l'UBCS.

Per quanto riguarda l'anno in corso la gran parte delle banche cantonali si attendono un esercizio in regresso.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS