Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Le banche estere attive in Svizzera non considerano lo scambio automatico di informazioni come una minaccia, ma piuttosto come un'opportunità. Il sistema creerebbe infatti condizioni uguali per tutti, hanno affermato i rappresentanti del ramo riuniti oggi a Zurigo.

Se passerà gli scogli di Parlamento e popolo, lo scambio automatico entrerà in vigore il primo gennaio 2017. A partire da quel momento, le banche dovranno raccogliere i dati di clienti stranieri. Dal primo gennaio 2018 questi dati verranno poi consegnati.

Questo cambiamento, da molti considerato epocale, non sembra però creare problemi. Al contrario: "vediamo l'introduzione dello scambio automatico come una possibilità di ulteriore crescita", ha detto Claudio Morra, presidente dell'Associazione delle banche estere in Svizzera. Oggi gli istituti sono a favore dello scambio automatico, gli ha fatto eco Claude-Alain Margelisch, direttore dell'Associazione svizzera dei banchieri.

Secondo Fabrice Filliez, della Segreteria di Stato per le questioni finanziarie internazionali, buona parte dello scetticismo sulle nuove normative è scomparso poiché l'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OCSE) è riuscita a creare uno standard che varrà a livello internazionale. Inoltre, gli istituti stranieri rimangono nella Confederazione per le qualità della piazza finanziaria, ha detto ancora Morra.

La paura che i clienti abbandonino le banche elvetiche è infondata, secondo Margelisch. Si sa da anni che arriverà lo scambio automatico di informazioni, ha detto. "Non è cambiata solo la mentalità delle banche, ma anche quella dei clienti", ha aggiunto. Dal canto suo, Grace Perez-Navarro, rappresentante del centro per le politiche fiscali dell'OCSE, ha sottolineato come sia fondamentale che valgano per tutti le stesse identiche regole.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS