Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BERNA - Le banche private svizzere hanno superato bene la crisi finanziaria. Il loro modello d'affari ha trovato conferma, ha affermato Konrad Hummler, presidente dell'associazione del ramo, in una conferenza stampa tenuta oggi a Berna.
Tale modello - ha spiegato il presidente dell'ABPS (Associazione delle banche private svizzere) - è basato sulla responsabilità personale illimitata, su elevati capitali propri, sulla focalizzazione nei servizi alla clientela, sulla crescita organica e sulle dimensioni "umane" dell'istituto.
La maggioranza della clientela estera, malgrado le notizie negative, è rimasta fedele alle banche private elvetiche, ha aggiunto Hummler. Alcuni istituti hanno persino potuto contare su un importante afflusso netto di fondi.
Quanto all'anno appena iniziato, i banchieri si dicono anche preoccupati per la rivalutazione del franco, in particolare per i possibili effetti su gran parte dell'industria d'esportazione e sull'economia svizzera in generale.
Hummler ha poi rilevato che bisogna evitare una moltiplicazione delle norme che regolano il settore bancario. Il rischio che la piazza finanziaria si perda nei capoversi legali va preso sul serio, ha dichiarato.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS