Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La pioggia di milioni sui banchieri europei è aumentata ulteriormente nel 2013, perlomeno ai massimi vertici: stando ai dati della società di informazioni Equilar diffusi dal portale Cash.ch il presidente della direzione più pagato è stato il numero uno della britannica HSBC, Stuart Gulliver, che ha incassato compensi per 12,52 milioni di dollari.

Gulliver ha beneficiato di un aumento del 5% rispetto all'anno prima: poca cosa in raffronto a quelli che hanno interessato i CEO di UBS Sergio Ermotti (11,58 milioni, +22%) e di Credit Suisse Brady Dougan (10,56 milioni, +28%).

Nella lega delle retribuzioni milionarie a doppia cifra giocano solo altri tre manager: Antonio Horta-Osorio di Llyods (12,52 milioni) nonché il duo che guida a livello operativo Deutsche Bank, vale a dire Anshu Jain (11,91) e Jürgen Fritschen (10,62).

A titolo di confronto - e basandosi sui salari mediani del 2012 resi noti questa settimana dall'Ufficio federale di statistica - per guadagnare 10 milioni di dollari (al cambio attuale circa 9 milioni di franchi) un ticinese deve lavorare per 147 anni.

SDA-ATS