Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Danni e forti piogge

KEYSTONE/EPA/ABIR ABDULLAH

(sda-ats)

Migliaia di abitazioni di pescatori e di profughi Rohingya sono state distrutte o danneggiate oggi in Bangladesh dal passaggio del ciclone Mora, accompagnato da piogge battenti e venti con punte di 100 chilometri orari.

Il Dipartimento meteorologico del Bangladesh ha precisato che Mora ha toccato le coste meridionali del Paese intorno alle 6 locali vicino al porto di Cox's Bazar investendo varie isole, ed in particolare quella di Saint Martins, dove secondo le autorità locali è stato danneggiato il 70% delle abitazioni esistenti.

Il ministero per la Gestione dei disastri ha indicato da parte sua che per il momento si segnalano danni ingenti nel tratto di costa fra Cox's Bazar e Chittagong, ma nessuna vittima.

Intanto il quotidiano Dhaka Tribune ha segnalato sulla sua pagina online che quasi 10.000 capanne con il tetto di paglia sono state distrutte dalla forza di Mora sulle isole di Balukhali e Katupalong dove vivono 200.000 profughi Rohingya in fuga dalle persecuzioni in Myanmar.

Ieri le autorità bengalesi avevano ordinato l'evacuazione di 350.000 persone dai centri abitati della costa, trasferiti in migliaia di rifugi di emergenza.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS