Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'ex premier del Bangladesh e presidente del Partito nazionale del Bangladesh (Bnp), Khaleda Zia, potrà essere processata per corruzione in una vicenda riguardante la concessione di una licenza per lo sfruttamento di una miniera di carbone.

Lo ha stabilito oggi l'Alta Corte di Dacca che ha respinto una istanza della leader di opposizione che chiedeva l'archiviazione del caso.

Nell'accusa si sostiene che Khaleda, insieme ad altre 15 persone, avrebbe causato una perdita all'Erario statale di 1,59 miliardi di taka (17,7 milioni di euro) firmando un accordo con la China National Machinery Import Export Corporation (Cmc) per conduzione, gestione e mantenimento della miniera di carbone di Barapukuria.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS