Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Almeno quattro persone sono morte e altre cento ferite nel deragliamento di un treno in Bangladesh causato dal sabotaggio dei binari durante proteste dell'Opposizione che finora hanno causato quasi 40 morti. Altri due convogli sono deragliati ma senza causare vittime. Lo riferiscono i media locali.

La polizia ha accusato i sostenitori di un movimento studentesco islamico, Islami Chatra Shibir, che appartiene al partito fondamentalista del Jamaat-e-Islami e ha arrestato due giovani.

L'incidente è successo nell'area di Gaibandha, nel nord del Paese. Tre carrozze sono uscite fuori dalle rotaie dopo che ignoti hanno sbullonato alcune traversine della ferrovia. Si teme che il bilancio dei morti possa aumentare. Gli altri due deragliamenti sono avvenuti nel distretto di Chandpur, nel centro-ovest e in quello di Khulna, nel sud-ovest.

L'opposizione, guidata dal Partito nazionalista del Bangladesh (Bnp) di Khaleda Zia, protesta contro il governo per le modalità con cui ha convocato le elezioni del 5 gennaio. Nelle ultime settimane, il Bnp e i suoi alleati hanno organizzato diversi scioperi e agitazioni sfociati in violenti scontri con la polizia e con gruppi politici rivali. Ieri sono morte otto persone nel quarto di sette scioperi. Con i morti di oggi, le vittime di questa nuova ondata di protesta sono salite a 18 che si aggiungono alle 20 della scorsa settimana.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS