Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

DACCA - Oltre 100 persone sono rimaste ferite oggi a Dacca in una nuova ondata di scontri fra dipendenti della fabbriche di abbigliamento della zona della capitale bengalese che lottano per aumenti salariali, e la polizia. Lo riferiscono i media a Dacca.
Come era già accaduto ieri, migliaia di manifestanti hanno innalzato barricate sulle principali vie di comunicazione cittadine ed opposto una dura resistenza alle forze dell'ordine che hanno cercato di disperderli.
Fonti della polizia hanno reso noto che fra il centinaio di feriti vi sono anche una ventina di agenti, e che i dimostranti hanno danneggiato varie auto in sosta e le vetrine di molti negozi.
In un recente provvedimento, il salario minimo del settore è stato fissato dal governo in 3.000 taka (44 franchi) al mese a partire dall'1 novembre, mentre i sindacati rivendicano la somma di almeno 5.000 taka (73 euro) mensili, necessaria, assicurano, per coprire le necessità di base di una famiglia.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS