Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Centinaia di migliaia di pellegrini mussulmani stanno convergendo oggi nel nord di Dacca per un famoso raduno spirituale, uno dei più grandi al mondo dopo quello saudita di La Mecca e quello iraniano di Karbala. L'evento annuale, chiamato Bishwa Ijtema (in lingua bengalese "congregazione mondiale") dura tre giorni e si tiene sulle sponde del fiume Turag, nella località di Tongi, nella periferia della metropoli, vicino ai distretti del tessile.

Secondo i media sul posto, "centinaia di migliaia" di persone hanno partecipato alla preghiera dell'alba (Fazr) che ha dato il via al mega raduno a cui partecipano diversi leader religiosi.

Un'altra massa di fedeli sta confluendo con treni speciali da ogni angolo del Paese e dall'estero per la cerimonia conclusiva di domenica. Molti sono però stati costretti ad arrivare a piedi a causa della protesta generale anti governativa a oltranza indetta quattro giorni fa da una coalizione di 20 forze politiche guidate dal Partito nazionalista del Bangladesh (Bnp) di Zia Khaleda e dal partito islamico Jamaat-e-Islami.

Anche oggi i dimostranti hanno bloccato diverse strade e compiuto atti vandalici nell'area di Narayanganj. I disordini hanno provocato cinque feriti, mentre otto veicoli sono stati dati alle fiamme. I partiti dell'opposizione contestano le elezioni che il 5 gennaio di un anno fa hanno riconfermato al potere la leader Sheikh Hasina e che si erano svolte in un clima di violenza e con il loro boicottaggio.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS