Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Non ci siamo, dice Barnier.

KEYSTONE/EPA/OLIVIER HOSLET

(sda-ats)

La Gran Bretagna "non è sempre ancora pronta a precisare la sua posizione" sugli impegni finanziari, "quindi non ci sono stati negoziati" durante questo round.

Per questo "siamo quindi in un'impasse estremamente preoccupante" per gli Stati membri e le regioni che si sono impegnate in investimenti e progetti. È l'allarme lanciato dal capo negoziatore Ue Michel Barnier al termine del quinto round di negoziati sulla Brexit.

"Il discorso di Firenze di Theresa May aveva dato uno slancio di cui c'era veramente bisogno, ma nonostante questo non abbiamo fatto grandi passi in avanti". Di conseguenza "non sono ancora in grado di proporre al Consiglio europeo la prossima settimana di aprire le discussioni sul futuro", ha affermato Barnier.

"Un non accordo sarebbe un pessimo accordo", ma in ogni caso l'Ue "è preparata a tutte le eventualità", ha sostenuto il caponegoziatore Ue per la Brexit Michel Barnier al termine del quinto round negoziale.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS